Compatibilità idraulica

Lo studio di compatibilità idraulica è un elaborato tecnico necessario per opere di ingegneria civile che interessano territori suscettibili di calamità se sottoposti ad eventi meteorici più meno intensi e/o prolungati. L’argomento è di stretta attualità dato che i fenomeni atmosferici concentrati in un breve lasso di tempo sembrano farsi sempre più frequenti e dato che il nostro Paese non è noto per l’attenzione che dedica alla salvaguardia e alla manutenzione del territorio.
I tecnici incaricati di redigere uno studio di compatibilità idraulica rivestono diverse professionalità proprio per poter meglio interpretare le peculiarità del territorio e curarne i diversi aspetti: idraulico, ambientale, geologico, topografico, paesaggistico, agronomico, geomorfologico ed idrogeologico. L’obiettivo è quello di eseguire un’analisi critica valutando parametri che definiscono le caratteristiche della zona oggetto di studio e valutando la differenza tra la situazione attuale (ante-operam) e la situazione futura (post-operam), cioè dopo che l’opera sarà realizzata. E’ chiaro che ci sarà una modifica del territorio: si tratta di valutarne gli effetti, studiando i possibili scenari in caso di eventi atmosferici con diversi tempi di ritorno (cioè con diversa intensità) e di dimostrare che la progettazione dell’opera sarà fondata sui risultati ottenuti.
In altre parole i dati alla base del progetto devono consentire di minimizzare e mitigare il rischio idraulico.